Impara Lingue Online!
previous page  up Indice  next page  | Free download MP3:  ALL  61-70 | Acquista il libro!  | Free Android app | Free iPhone app

Home  >   50lingue.com   >   italiano   >   armeno   >   Indice


70 [settanta]

aver voglia di qualcosa

 


70 [յոթանասուն]

ինչ որ բան սիրել

 

 
Le va di fumare?
ՈՒզու՞մ եք ծխել:
Uzu՞m yek’ tskhel
Le va di ballare?
ՈՒզու՞մ եք պարել:
Uzu՞m yek’ parel
Le va di fare una passeggiata?
ՈՒզու՞մ եք զբոսնել:
Uzu՞m yek’ zbosnel
 
 
 
 
Vorrei fumare.
Ես ուզում եմ ծխել:
Yes uzum yem tskhel
Vuoi una sigaretta?
Ծխախոտ ուզու՞մ ես:
Tskhakhot uzu՞m yes
Lui vorrebbe accendere (una sigaretta).
Նա վառիչ է ուզում:
Na varrich’ e uzum
 
 
 
 
Vorrei bere qualcosa.
Նա ինչ որ բան է ուզում խմել:
Na inch’ vor ban e uzum khmel
Vorrei mangiare qualcosa.
Ես ուզում եմ ինչ որ բան ուտել:
Yes uzum yem inch’ vor ban utel
Vorrei riposarmi un po’.
Ես ուզում եմ մի քիչ հանգստանալ:
Yes uzum yem mi k’ich’ hangstanal
 
 
 
 
Vorrei chiederLe una cosa.
Ես ուզում եմ Ձեզ ինչ որ բան հարցնել:
Yes uzum yem Dzez inch’ vor ban harts’nel
Vorrei chiederLe un favore.
Ես ուզում եմ Ձեզ ինչ որ բան խնդրել:
Yes uzum yem Dzez inch’ vor ban khndrel
Vorrei offrirLe qualcosa.
Ես ուզում եմ Ձեզ հրավիրել:
Yes uzum yem Dzez hravirel
 
 
 
 
Desidera, prego?
Ներեցեք, ի՞նչ եք ուզում:
Nerets’yek’, i՞nch’ yek’ uzum
Gradisce un caffè?
Սուրճ ուզու՞մ եք:
Surch uzu՞m yek’
O preferisce un tè?
Թե՞ ավելի լավ է թեյ:
T’ye՞ aveli lav e t’yey
 
 
 
 
Vorremmo andare a casa.
Մենք ուզում ենք տուն գնալ:
Menk’ uzum yenk’ tun gnal
Vorreste un tassì?
Տաքսի ուզու՞մ եք:
Tak’si uzu՞m yek’
Loro vorrebbero telefonare.
Նրանք ուզում են զանգահարել:
Nrank’ uzum yen zangaharel
 
 
 
 

previous page  up Indice  next page  | Free download MP3:  ALL  61-70 | Acquista il libro!  | Free Android app | Free iPhone app

Due lingue = due centri della parola

Quando impariamo un’altra lingua, per il nostro cervello qualcosa cambia. Ad ogni lingua corrisponde una memoria diversa. Le lingue che impariamo non vengono memorizzate nello stesso serbatoio di conoscenze. Le lingue che apprendiamo da adulti vengono memorizzate altrove. Il cervello procede all’elaborazione delle nuove informazioni in un’altra area e i nuovi dati non vengono depositati insieme a quelli della lingua madre. Secondo alcuni studi, i bilingui utilizzerebbero soltanto un’area del proprio cervello. I neuro scienziati hanno condotto degli studi su soggetti in grado di parlare due lingue fluentemente. Una parte di essi era cresciuta bilingue, l’altra aveva acquisito la seconda lingua nel corso della vita. In questo esperimento, gli studiosi hanno misurato le attività dell’area cerebrale, concentrandosi sulle aree del cervello in cui, durante il test, si registrava una certa attività. In tal modo, hanno constatato che, chi impara una seconda lingua “più tardi”, avrebbe anche un secondo centro della parola. Da tempo i ricercatori avevano elaborato questa ipotesi. Secondo lo studio in questione, le persone affette da lesioni nell’area cerebrale, avrebbero alcuni disturbi e problemi linguistici. Questi soggetti non riuscirebbero ad articolare bene le parole ovvero a comprenderle. I soggetti bilingui affetti da tali problemi mostrerebbero talvolta disturbi diversi. I problemi linguistici non riguarderebbero necessariamente entrambe le lingue. Se è solo un emisfero a riportare dei problemi, l’altro potrebbe funzionare regolarmente. Pertanto, i soggetti interessati potrebbero essere in grado di parlare o imparare una lingua meglio e più velocemente dell’altra. Anche questo dato conferma che le due lingue non vengono memorizzate nella stessa area cerebrale. Il loro apprendimento è avvenuto in due momenti differenti e questo produce non uno, ma due centri della parola. Come la mente possa gestire la produzione di più lingue non è ancora noto. Comunque, le recenti scoperte potrebbero introdurre nuove strategie di apprendimento.

Indovinate la lingua!

Il ******ano è parlato da circa 4 milioni di persone. Appartiene alle lingue sud-caucasiche. Nella forma scritta, si avvale di un proprio sistema di scrittura, l'alfabeto ******ano. Esso si compone di 33 lettere, le quali seguono lo stesso ordine dell'alfabeto greco. La scrittura ******ana potrebbe derivare dall'aramaico. Un aspetto tipico del ******ano è la presenza di molte consonanti, che possono succedersi. Per questo motivo, gli stranieri hanno difficoltà a pronunciare alcune parole ******ane.

Anche la grammatica non è molto semplice. Comprende molti elementi, che non figurano in nessun'altra lingua. Il lessico ******ano rivela molte cose relative alla storia del Caucaso. Comprende molti vocaboli mutuati da altre lingue. Tra queste lingue figurano per esempio il greco, il persiano, l'arabo, il russo e il turco. Un altro aspetto particolare di questa lingua è la sua lunga tradizione… Il ******ano è una delle più antiche e tuttora esistenti lingue di cultura sulla faccia della terra!

previous page  up Indice  next page  | Free download MP3:  ALL  61-70 | Acquista il libro!  | Free Android app | Free iPhone app

 


Downloads are FREE for private use, public schools and for non-commercial purposes only!
LICENCE AGREEMENT. Please report any mistakes or incorrect translations here.
Imprint - Impressum  © Copyright 2007 - 2018 Goethe Verlag Starnberg and licensors. All rights reserved.
Contact
book2 italiano - armeno per principianti