Impara Lingue Online!
previous page  up Indice  next page  | Free download MP3:  ALL  61-70 | Acquista il libro!  | Free Android app | Free iPhone app

Home  >   50lingue.com   >   italiano   >   armeno   >   Indice


67 [sessantasette]

Pronomi possessivi 2

 


67 [վաթսունյոթ]

անձնական դերանուններ 2

 

 
gli occhiali
ակնոց
aknots’
Lui ha dimenticato i suoi occhiali.
Նա իր ակնոցը մոռացել է:
Na ir aknots’y morrats’yel e
Ma dove sono i suoi occhiali?
Որտե՞ղ է նրա ակնոցը:
Vorte՞gh e nra aknots’y
 
 
 
 
l’orologio
ժամացույց
zhamats’uyts’
Il suo orologio è rotto.
Նրա ժամացույց փչացել է:
Nra zhamats’uyts’ p’ch’ats’yel e
L’orologio è appeso alla parete.
Ժամացույցը կախված է պատից:
Zhamats’uyts’y kakhvats e patits’
 
 
 
 
il passaporto
անձնագիր
andznagir
Lui ha perso il suo passaporto.
Նա կորցրել է իր անձնագիրը:
Na korts’rel e ir andznagiry
Ma dov’è il suo passaporto?
Որտե՞ղ է նրա անձնագիրը:
Vorte՞gh e nra andznagiry
 
 
 
 
loro – il loro
նա - իր
na - ir
I bambini non riescono a trovare i loro genitori.
Երեխաները չեն կարողանում գտնել իրենց ծնողներին:
Yerekhanery ch’yen karoghanum gtnel irents’ tsnoghnerin
Ma eccoli che vengono!
Ահա գալիս են նրանց ծնողները:
Aha galis yen nrants’ tsnoghnery
 
 
 
 
Lei – il Suo
Դուք - Ձեր
Duk’ - Dzer
Com’è stato il Suo viaggio, signor Müller?
Ինչպես էր Ձեր ճամբորդությունը, պարոն Մյուլլեր:
Inch’pes er Dzer chambordut’yuny, paron Myuller
Dov’è Sua moglie, signor Müller?
Որտե՞ղ է Ձեր կինը, պարոն Մյուլլեր:
Vorte՞gh e Dzer kiny, paron Myuller
 
 
 
 
Lei – il Suo
Դուք - Ձեր
Duk’ - Dzer
Com’è stato il Suo viaggio, signora Schmidt?
Ինչպե՞ս էր Ձեր ճամբորդությունը, տիկին Շմիդ:
Inch’pe՞s er Dzer chambordut’yuny, tikin Shmid
Dov’è Suo marito, signora Schmidt?
Որտե՞ղ է Ձեր ամուսինը, տիկին Շմիդ:
Vorte՞gh e Dzer amusiny, tikin Shmid
 
 
 
 

previous page  up Indice  next page  | Free download MP3:  ALL  61-70 | Acquista il libro!  | Free Android app | Free iPhone app

Le mutazioni genetiche rendono possibile la comunicazione

L’uomo è l’unico essere vivente in grado di parlare. La parola è la grande differenza fra l’uomo, le piante e gli animali. Naturalmente, anche questi ultimi riescono a comunicare, ma non utilizzano una complessa lingua fatta di sillabe. Perché l’uomo sa parlare? Questa capacità richiede determinate caratteristiche organiche, che si trovano esclusivamente nell’uomo. Non è chiaro, però, come le abbia sviluppate. Nella storia dell’evoluzione nulla accade per caso. Ad un certo punto, l’uomo avrebbe cominciato a parlare, ma non sappiamo bene quando. Qualcosa potrebbe aver incitato l’uomo a parlare. Secondo i ricercatori, si tratterebbe di una mutazione genetica. Gli antropologi hanno comparato il patrimonio genetico di diversi esseri viventi ed hanno rilevato che un gene particolare influenza la lingua. Le persone in cui questo gene è leso, hanno problemi ad esprimersi. Esse non riescono a parlare bene e non hanno una comprensione perfetta delle parole. Questo gene è stato analizzato negli uomini, nelle scimmie e nei roditori. Esso è molto simile negli uomini e negli scimpanzé e la differenza, evidente nella zona cerebrale, è data solo da due elementi. Questo ed altri geni influirebbero su determinate attività cerebrali. Per tali motivi, l’uomo è in grado di parlare, la scimmia no. L’enigma della comunicazione umana non è stato ancora risolto. La sola mutazione genetica non può spiegare, infatti, il fenomeno dell’apprendimento linguistico. I ricercatori hanno ricreato la variante genetica umana nei roditori, ma questi non hanno cominciato a parlare … Il loro squittio aveva, però, un altro suono!

Indovinate la lingua!

L'*****e appartiene alle lingue ugro-finniche. E' imparentato con il finlandese e l'ungherese. Tuttavia, è difficile rilevare somiglianze con l'ungherese. Molti ritengono che l'*****e sia simile al lettone o al lituano. In questo non c'è nulla di vero. Le due lingue appartengono infatti ad un'altra famiglia linguistica. L'*****e non ha generi grammaticali. Non vi sono differenze fra il genere maschile e femminile.

Vi sono però 14 casi. L'ortografia dell'*****e non è molto complessa. Segue la pronuncia delle parole. Per imparare la pronuncia, bisogna esercitarsi necessariamente con un madrelingua. Chi vuole imparare l'*****e, deve essere disciplinato ed avere tanta pazienza. Gli ****** non fanno tanto caso ai piccoli errori degli stranieri … Apprezzano molto che gli altri si interessino alla loro lingua!

previous page  up Indice  next page  | Free download MP3:  ALL  61-70 | Acquista il libro!  | Free Android app | Free iPhone app

 


Downloads are FREE for private use, public schools and for non-commercial purposes only!
LICENCE AGREEMENT. Please report any mistakes or incorrect translations here.
Imprint - Impressum  © Copyright 2007 - 2018 Goethe Verlag Starnberg and licensors. All rights reserved.
Contact
book2 italiano - armeno per principianti